re-life

istockphoto-184616145-170667a_edited.jpg

un problema da 8milioni
di tonnellate

Come previsto dal decreto legislativo n. 116/2020, dal primo gennaio in Italia è scattato l’obbligo di raccogliere separatamente i rifiuti tessili; mentre a livello europeo diventerà obbligatoria entro il 2025.

L’obiettivo è quello di diminuire l’impatto ambientale del tessile e incentivare il riutilizzo e il riciclo.

 

Secondo l’Ispra il 5,7% dei rifiuti indifferenziati è composto da rifiuti tessili, si tratta di circa 663mila tonnellate all’anno destinate a smaltimento in discarica o nell’inceneritore e che potrebbero essere, invece, riutilizzate o riciclate.

 

L’Ispra, stima che la raccolta media di rifiuti tessili per abitante è 2,6 kg.

 

Con l’introduzione dell’obbligo di raccolta differenziata del tessile, si prevede l’immissione sul mercato di maggiori quantitativi di rifiuti tessili che possono determinarne degli squilibri e un abbassamento della qualità dei materiali tessili. 

 

La strategia europea prevede l’estensione della responsabilità del produttore nel comparto industriale tessile-moda, perché costituisce una base importante per raggiungere gli obiettivi previsti per rendere concreto il principio del “chi inquina paga”.

 

Secondo il rapporto Global Fashion Agenda, “Scaling circularity”, investire nelle tecnologie per il riciclo del tessile garantirebbe di gestire:

  • l’80% dei materiali tessili pre e post consumo;

  • il 75% nel sistema tessile;

  • il 5% nei settori industriali.

 

Per riconvertire il sistema e avviare una vera economia circolare nel tessile-moda sono necessari ingenti investimenti; il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza mette a disposizione 150 milioni per la costituzione di ‘textile hubs’ innovativi, a cui vanno aggiunti una parte del miliardo e mezzo destinato alle amministrazioni pubbliche per il miglioramento dei sistemi di raccolta differenziata e riciclo.

STACCO NATURA TESSUTI

RE-LIFE
LA NOSTRA IDEA

LA NOSTRA IDEA SI SVILUPPA CONTEMPORANEAMENTE ATTRAVERSO DIVERSI ASPETTI DEL MONDO DEL TESSILE PARTENDO DA UNA CONCEZIONE PIU' SOSTENIBILE DELLA FILIERA, ANCHE DAL PUNTO DI VISTA ECOSOLIDALE, E PROSEGUENDO LUNGO LA VIA DEL RICICLO DEI MATERIALI TESSILI, ATTRAVERSO FILATURA E TESSITURA, FINO AL RIDARE NUOVA VITA AI CAPI CON UN VERO E PROPRIO RE-STYLING CREATIVO

Image by Ekaterina Grosheva